Sardegna
HOME
CHI SIAMO
PARTNER
APP
ACCEDI
 LE ISTITUZIONI 

Alla scoperta del territorio

La Sardegna è situata nel mezzo del Mar Mediterraneo, ed è la seconda più grande isola italiana, dopo la Sicilia. Il Mar Tirreno la separa dalla penisola italiana, a Nord lo stretto delle Bocche di Bonifacio segna il confine con la Corsica, a Ovest il Mar di Sardegna la divide dalla penisola iberica e dalle isole Baleari, e a Sud il Canale di Sardegna segna il confine dalle coste tunisine del continente africano.
La Sardegna è una delle cinque regioni a statuto speciale, Cagliari è il capoluogo e le altre province sono Carbonia, Iglesias, Nuoro, Olbia-Tempio, Oristano, Medio Campidano, Sassari, e Ogliastra.
La regione presenta un territorio prevalentemente montuoso e collinare, il più importante fra i gruppi montuosi è quello del Gennargentu, situato nella parte centro-orientale dell'isola, la vetta più alta del massiccio e dell'intera Sardegna è il monte Punta Marmora con i suoi 1834 m.
Nella zona centro-orientale si innalza il complesso montuoso del Supramonte, mentre a Sud-Ovest si estende il complesso dei monti del Sulcis-Iglesiente.
I siti collinari occupano il 68% del territorio, hanno forme arrotondate e sono interrotte da altopiani di altezza modesta.
Le pianure coprono il 18% della superficie sarda e l'area pianeggiante di maggior importanza è quella del Campidano, situata nella parte sud-occidentale della regione, si sviluppa tra il Golfo di Cagliari e quello di Oristano.
Il vero e proprio patrimonio della Sardegna è la sua splendida costa, conosciuta a livello nazionale e internazionale.
È la regione italiana con il maggior sviluppo costiero, con i suoi 1840 Km di coste: a Nord vi è il golfo dell'Asinara, a Est il golfo di Orosei, a Nord-Est il golfo di Olbia, a Ovest i Golfi di Alghero e Oristano e a Sud il Golfo di Cagliari.
Inoltre, questa regione è circondata da diverse isolette, la più grande è quella di Sant'Antioco, a seguire San Pietro, l'Asinara, La Maddalena e Caprera.
Da un punto di vista idrografico la Sardegna presenta pochi fiumi, perlopiù a carattere torrentizio, come il Tirso, il Coghinas, il Flumendosa, il Cedrino, il Temo, il Riu Mannu ed il Flumini Mannu.
I corsi d'acqua maggiori sono sbarrati da imponenti dighe che formano laghi artificiali utilizzati per irrigare i campi.
Tra questi il lago Omodeo – il bacino artificiale più esteso d'Italia – seguono poi i laghi del Flumendosa, del Coghinas e del Posada. A Nord vi è il lago di Baratz, l'unico lago naturale dell'isola.
La Sardegna conta complessivamente tre parchi nazionali, ovvero il Parco Nazionale dell’Isola dell’Asinara, il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena e il Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu. Sul territorio sono presenti anche 2 parchi regionali, 60 riserve naturali, 19 monumenti naturali, 16 aree di rilevante interesse naturalistico, 5 oasi del WWF.
SCOPRI DI PIÙ

Cerca in Sardegna

DOVE MANGIARE



Centro Documentazione e Studi dei Comuni Italiani (ANCI-IFEL)